Duraldur SpA – pistoni, cilindri alettati, gruppi motore d'alta qualità

Pistoni Fusi

Pistoni
I pistoni fusi sono ottenuti dalla fusione in stampo permanente di leghe Al-Si che forniscono elevata resistenza alle elevate temperature. Sono utilizzati in motori diesel e benzina ed in funzione delle performance richieste possono essere dotati di speciali caratteristiche.
I pistoni ottenuti per fusione possono presentare un anello in ghisa lamellare in corrispondenza della prima cava per limitarne l’usura e un canale di raffreddamento (galleria) in corrispondenza della testa del pistone onde evitare un eccessivo surriscaldamento dello stantuffo.
Se il motore richiede una potenza elevata possono essere introdotte boccole in corrispondenza del foro spinotto per sostenere le pressioni di contatto tra pistone e spinotto.
Per limitare l’attrito tra pistone e cilindro durante il funzionamento del motore è possibile applicare sugli stantuffi particolari rivestimenti in grafite.

Pistoni Stampati

Nel campo dei motori ad elevate prestazioni (es. motociclette, applicazioni sportive,…) lo stato dell’arte moderna richiede l’utilizzo di pistoni stampati.
Tali componenti vengono ricavati dallo stampaggio (o estrusione inversa) di billette d’alluminio estruse. Le leghe utilizzate per questi pistoni sono leghe Al-Si che a differenza di quelle utilizzate per i pistoni fusi permettono di avere una struttura più fine che si traduce in migliori caratteristiche meccaniche.
L’utilizzo di pistoni stampati, oltre a permettere di avere leghe più resistenti, consente di avere sezioni resistenti più sottili con un notevole vantaggio in termine di peso.
Speciale caratteristica che può essere adottata sui pistoni stampati per limitare l’usura eccessiva della prima cava è l’applicazione di un rivestimento di anodizzazione dura.
Anche nei pistoni stampati è prevista l’applicazione di rivestimenti a base di grafite per limitare l’attrito tra pistone e cilindro.
Pistoni

Pistoni Bimetallici

Pistoni
Nei motori diesel, soprattutto settore autotrasporti, dove le normative riguardo alle emissioni di CO2 si fanno sempre più stringenti è necessario garantire la miglior combustione possibile. Per permettere ciò è necessario raggiungere picchi di pressione e temperature assai elevate durante il processo di combustione. Ciò è garantito dall’introduzione di pistoni caratterizzati da una testa d’acciaio e guida in alluminio: pistoni bimetallici.
L’introduzione di un pistone così composto permette di rispondere a quelle esigenze di riduzione dei consumi e delle emissioni che con pistoni in alluminio non si era più in grado di garantire.
A differenza di un pistone completamente in alluminio un pistone acciaio-alluminio presenta una maggior galleria di raffreddamento a protezione di tutte le cave segmenti, una riduzione nell’altezza del 1°colletto e maggiori resistenze meccaniche.
I due componenti, guida in alluminio e testa in acciaio, sono successivamente tenuti assieme tramite l’introduzione dello spinotto.